ANTIOSSIDANTI

Cosa sono e a cosa servono

Il metabolismo umano è di tipo "ossidativo", cioè gran parte delle razioni chimiche che avvengono nelle cellule e nei tessuti, rilasciano prodotti di scarto contenenti ossigeno, che sono estremamente reattivi. Questi composti, detti anche radicali liberi, possono modificare le molecole e le strutture organiche, come proteine, acidi grassi, colesterolo, DNA, ossidandole. Ciò si traduce in un funzionamento scorretto dell'organismo, che può facilitare lo sviluppo di malattie o peggiorarle:

malattie cardiovascolari (infarto, arteriosclerosi);
malattie metaboliche (diabete, obesità);
infiammazioni;
malattie degenerative neurologiche (demenza);
alcune forme di cancro.

Un antiossidante è una sostanza capace di interferire con le reazioni chimiche di ossidazione, che danno origine ai radicali liberi, o di neutralizzare quelli già prodotti.
Antiossidanti endogeni, naturalmente presenti nell'organismo, sono il Glutatione e l'Ubichinone (Coenzima Q10). 

Gli antiossidanti che vengono assunti dall'esterno, con l'alimentazione e l'integrazione sono:
Vitamina C
Carotenoidi (betacarotene, luteina), Vitamina A
Tocoferoli (Vitamina E)
Polifenoli (Resveratrolo, Flavonoidi)
Acido Lipoico
Oligoelementi essenziali (Manganese, Selenio, Rame, Zinco), per il funzionamento degli enzimi antiossidanti.
Potenziare le capacità dell'organismo di combattere i radicali liberi in eccesso, mediante una quota extra di composti antiossidanti, forniti da alimenti e integratori mirati, può avere effetti favorevoli per il benessere quotidiano e la prevenzione di disturbi e malattie.